Genome editing: il futuro (prossimo) del miglioramento genetico delle piante

Andrea Cavallini, Tommaso Giordani, Lucia Natali [Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali dell'Università di Pisa]

Il genome editing è una tecnologia rivoluzionaria che consente l'induzione di mutazioni sito-specifiche in tutti gli organismi viventi. In questo lavoro vengono descritti le basi biologiche di questa tecnologia e i diversi sistemi per introdurre mutazioni nel DNA utilizzando meganucleasi modificate per riconoscere sequenze specifiche, con particolare riferimento al sistema CRISPR/Cas, che è attualmente il più usato e promettente. Vengono poi riportati i maggiori risultati finora ottenuti nelle piante coltivate, i recenti avanzamenti della tecnica e le problematiche esistenti, discutendo delle prospettive che questa tecnologia apre sia per la ricerca sulle piante che per il breeding.

Scarica l'articolo completo

02 Cavallini.pdf