Gli effetti del cambiamento climatico sugli alberi in ambienti urbani mediterranei

Francesco Ferrini , Alessio Fini [Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente (DiSPAA) Università di Firenze, sezione Colture Arboree]

I modelli climatici ormai consolidati ci dicono che l’aumento della temperatura, le diverse dinamiche delle precipitazioni e le concentrazioni crescenti di CO2 atmosferica determineranno modifiche significative sia negli ecosistemi naturali, sia, soprattutto, nell’ecosistema urbano. Considerato che oltre il 50% della popolazione mondiale vive nelle città e che tale percentuale è già superiore al 70% in Europa, nel presente lavoro saranno presi in considerazione i potenziali impatti diretti e indiretti dei cambiamenti climatici sugli alberi con specifici riferimenti all’ambiente urbano, in relazione al loro ruolo come fornitori di servizi ecosistemici per la società. Si tratta di servizi che giustificano l’investimento di risorse come il lavoro, l'energia e l'acqua e rappresentano i contributi diretti e indiretti degli ecosistemi al benessere umano sostenendo direttamente o indirettamente la nostra sopravvivenza e la qualità della vita.
Mentre le conoscenze sulle risposte degli alberi a cambiamenti nelle variabili singole, come la CO2 o la temperatura, sono in continuo aumento, solo da pochi anni si è cominciato a studiare quali impatti determinerà la variazione contemporanea di questi parametri sul ciclo vitale degli alberi.

Scarica l'articolo completo

Ferrini.pdf