Castellarin et al - Influenza del deficit idrico sulla qualità delle uve: aspetti fisiologici e molecolari

Simone Diego Castellarin*, Barbara Bucchetti, Luigi Falginella e Enrico Peterlunger
Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali, Università di Udine

Parole chiave: espressione genica, maturazione, metabolismo primario, metabolismo secondario, Vitis vinifera.

Riassunto

La vite dimostra un’ottima adattabilità alle regioni aride e semi aride grazie ai suoi meccanismi di tolleranza del deficit idrico. Esso influenza l’accumulo di metaboliti primari e secondari nell’uva, incrementando - quando non eccessivamente pronunciato - il valore qualitativo delle produzioni. La gestione della qualità in vigneto è un aspetto di notevole importanza nel caso delle uve destinate alla trasformazione in vino. In questa review vengono analizzati gli studi più recenti sull’effetto del deficit idrico sulla fisiologia della pianta nelle varietà da vino, evidenziando gli aspetti metabolici, l’espressione genica e la quantità/composizione proteica a livello di pianta e di frutto.

Scarica l'articolo completo

Castellarin et al..pdf