Zaccardelli et al. - Impiego di compost-tea come bioagrofarmaci e biostimolanti in ortofrutticoltura

Massimo Zaccardelli1*, Catello Pane1*, Riccardo Scotti1*, Assunta Maria Palese2 e Giuseppe Celano2
1 CRA-ORT Centro di Ricerca per l’Orticoltura, Azienda Sperimentale di Battipaglia (SA)
2 Dipartimento di Scienze dei Sistemi Colturali, Forestali e dell’Ambiente, Università della Basilicata

Parole chiave: Agricoltura sostenibile, fermentazione, nutrizione vegetale, soppressività delle malattie, sostanza organica.

Riassunto

Negli ultimi anni hanno trovato largo impiego in agricoltura nuovi preparati naturali derivati da compost, quali i compost-tea (CT). I CT sono prodotti da un processo di estrazione e/o bio-ossidazione o fermentazione di compost in un mezzo liquido. Questi formulati organici stanno avendo grande riscontro nelle applicazioni in vivo grazie alla possibilità di sostituirsi, parzialmente o totalmente, ai fungicidi ed ai fertilizzanti minerali di sintesi, offrendo così una risposta concreta alla crescente esigenza di sostenibilità ambientale dei processi produttivi agricoli e di salubrità e sicurezza dei prodotti alimentari. Lo scopo di questo lavoro è quello di offrire un’ampia panoramica dei principali risultati conseguiti nel campo dell’utilizzo dei CT, sia per la difesa fitosanitaria che per la biostimolazione di specie ortive e frutticole.

Scarica l'articolo completo

Zaccardelli.pdf