Ferrante e Reid - Fisiologia post-raccolta dei fiori recisi

Antonio Ferrante1*, Michael S. Reid2**
1 Dipartimento Produzione Vegetale, Università di Milano, Via Celoria 2, 20133 Milano
2 Department of Plant Science, University of California, Davis

Parole chiave: qualità, conservazione, etilene, respirazione, temperatura.

Riassunto

La fisiologia dei fiori recisi consiste nello studio dell’interazione tra i fattori ambientali e biologici di una specie. Il comportamento fisiologico è difficilmente generalizzabile in quanto ogni specie ha una propria predisposizione genetica e una determinata fisiologia postraccolta. I fiori recisi sono beni economici di lusso, non di prima necessità, per cui la qualità estetica e la sua conservazione sono i principali parametri da migliorare durante le fasi postraccolta. L’obiettivo di questo lavoro è quello di prendere in esame i principali fattori biologici che condizionano la qualità dei fiori recisi. In particolare, vengono presi in considerazione la respirazione, la produzione di etilene, la traspirazione ed il modo in cui questi processi vengono influenzati da parametri ambientali come la temperatura e l’umidità relativa. Le principali alterazioni fisiologiche dei fiori e delle foglie e le loro cause sono descritte per le principali specie da fiore reciso, illustrando i trattamenti postraccolta che generalmente vengono utilizzati e valutando come questi interferiscono con i processi fisiologici e con la durata in vaso dei fiori recisi. Infine, sono riportate le temperature ottimali di conservazione e il grado di sensibilità all’etilene delle diverse specie di fiori recisi.

Scarica l'articolo completo

Ferrante.pdf