Proprietà nutrizionali e medicinali dei frutti e dei cladodi di Opuntia ficus -indica (L.) Mill.

Azucena Nazareno Monica [Centro de Investigación y Transferencia de Santiago del Estero CONICET - Universidad Nacional de Santiago del Estero, Argentina]

Le indagini scientifiche hanno confermato che frutti e cladodi di Opuntia ficus-indica possono essere utilizzati efficacemente come fonte di nutrienti e sostanze fitochimiche come zuccheri, mucillagini, fibre, vitamine e pigmenti di importanza nutrizionale e funzionale. Dati recenti hanno rivelato che i prodotti di Opuntia ficus-indica mostrano caratteristiche promettenti in termini di funzionalità grazie alle loro proprietà che promuovono la salute. Viene presentata una descrizione dettagliata dei principali componenti attivi delle diverse specie di Opuntia ficus-indica studiate in tutto il mondo.
Sin dai tempi antichi, le piante di cactus sono state utilizzate per curare le malattie e per guarire le ferite. I cactus sono stati tradizionalmente usati come medicine naturali in diversi paesi per il trattamento di molte malattie. Inoltre, cladodi e frutti di Opuntia ficus-indica sono ancora usati nella medicina popolare come agenti terapeutici. Negli ultimi decenni sono stati compiuti notevoli progressi nella caratterizzazione dei costituenti vegetali e nella spiegazione del ruolo delle molecole naturali in relazione alla prevenzione delle malattie. L’Opuntia ficus-indica può essere considerata una fonte importante di sostanze bioattive e candidati eccellenti per la preparazione nutraceutica e funzionale degli alimenti. I dati scientifici hanno rivelato un alto contenuto di alcuni componenti chimici in frutta, cladodi, semi e fiori, che possono aggiungere valore ai prodotti di ficodindia.
Inoltre, alcuni dei loro componenti mostrano caratteristiche promettenti in termini di funzionalità come sostanze che promuovono la salute. Oggigiorno, la letteratura scientifica riguardante le proprietà medicinali di ficodindia è in costante espansione, riportando nuove scoperte sui componenti vegetali responsabili di tali attività.

Scarica l'articolo completo

Azucena.pdf 448 kb