Borin et al. - La fitodepurazione: tipologie impiantistiche, vegetazione, esempi applicativi

Maurizio Borin1, Giuseppe Luigi Cirelli2 e Alessia Marzo2

1 Dipartimento di Agronomia, Animali, Alimenti, Risorse naturali e Ambiente (DAFNAE), Università di Padova
2 Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) - Università di Catania

Parole chiave: sistemi a flusso subsuperficiale orizzontale, sistemi a flusso subsuperficiale verticale, sistemi a flusso superficiale, sistemi flottanti, efficienza di rimozione.

Riassunto

La fitodepurazione è considerata un sistema di depurazione adeguato per piccole e medie comunità e laddove ci sia un’ampia fluttuazione di utenti (località turistiche, centri commerciali, ecc.). Il lavoro passa in rassegna le caratteristiche dei diversi sistemi di fitodepurazione, illustra il ruolo della vegetazione e le specie di maggiore interesse. Vengono quindi presentati alcuni esempi applicativi relativi a differenti casistiche nel Sud e Nord Italia [impianti realizzati per affinare le acque reflue provenienti dall’IKEA store di Catania, impianti con sistemi flottanti in diverse località del Veneto] che hanno evidenziato buone prestazioni dei letti filtranti in termini di efficienza di rimozione degli inquinanti chimico-fisici e microbiologici, garantendo il rispetto degli standard qualitativi imposti dalla normativa italiana per lo scarico su corpi idrici superficiali..

Scarica l'articolo completo

05 Borin.pdf