Beruto e Bisignano - La micropropagazione in floricoltura tra ricerca e mercato

Margherita Beruto* e Alessandro Bisignano
Istituto Regionale per la Floricoltura (IRF), Sanremo (IM)

Parole chiave: coltura in vitro, ecofisiologia, fitopa tologia, vivaismo, miglioramento genetico.

Riassunto

Dagli anni settanta dello scorso secolo, la coltura in vitro conobbe la sua espansione, con particolare attenzione alle tecniche indirizzate alla propagazione delle piante ornamentali. Alla prima fase di studio, seguì un’importante fase di applicazione industriale che sviluppò non solo il settore della micropropagazione ma tutti i settori industriali di riferimento. Nei Paesi in cui fu possibile sviluppare un’efficace interazione tra la ricerca di base/applicata e gli utilizzi commerciali, vennero create le basi per poter affrontare la pressante competizione internazionale. In questo lavoro, certamente non esaustivo, si è voluto porre l’attenzione su lavori significativi che sono stati svolti, nel corso di questi 25 anni, al fine di meglio comprendere il “sistema vitro”. In particolare, sono state presentate tematiche relative all’ecofisiologia come modificata dal contenitore di coltura, agli approcci innovativi volti a migliorare l’efficienza e la qualità del sistema e alle tecniche in vitro applicate a programmi di miglioramento genetico o di risanamento.

Scarica l'articolo completo

Beruto review 1-2011.pdf