Tonutti et al - Lo studio della maturazione e della qualità dei frutti attraverso approcci di genomica

Pietro Tonutti1*, Livio Trainotti2 e Claudio Bonghi3
1 Scuola Superiore di Studi Universitari “S. Anna”, P.za Martiri della Libertà 33, 56127 Pisa
2 Dipartimento di Biologia, Università di Padova, viale Colombo 3, 35121 Padova
3 Dipartimento di Agronomia Ambientale e Produzioni Vegetali, Università di Padova, viale dell’Università 16, 35020 Legnaro (PD)

Parole chiave: espressione genica, trascrittoma, ESTs, microarray, profili di trascrizione.

Riassunto

L’utilizzo di approcci e strumenti genomici applicati al settore vegetale si sta espandendo velocemente anche per lo studio della maturazione dei frutti carnosi e delle basi biologiche della qualità. In seguito all’isolamento di ESTs da diverse tipologie di frutto, sono state effettuate analisi di espressione digitale che, assieme alla tecnica del cDNA-AFLP, hanno consentito di individuare geni coinvolti nel processo di maturazione sia in frutti climaterici che non climaterici. Un importante contributo nel settore della genomica funzionale applicata al settore frutticolo sta giungendo dalla tecnica dei microarray: in numerose specie da frutto sono infatti disponibili questi supporti con un più o meno elevato numero di sonde corrispondenti a geni espressi nei diversi tessuti dei frutti e/o in diversi stadi di sviluppo.

Scarica l'articolo completo

Tonutti.pdf