Innovazioni nel miglioramento genetico convenzionale e biotecnologico delle piante da frutto

Silviero Sansavini, Luca Dondini [Dipartimento di Scienze Agrarie, Università di Bologna]

Il miglioramento genetico può utilizzare le tecniche del breeding convenzionale, basato sull’incrocioselezione e sulla selezione molecolare (MAS) o quelle del breeding biotecnologico per raggiungere obiettivi impossibili al breeding convenzionale. Le nuove tecniche di breeding (NPBT), quali ad esempio cisgenesi e DNA editing, offrono nuove potenzialità al miglioramento genetico sulle piante arboree: la cisgenesi permette di inserire geni di interesse in varietà di pregio ma richiede prove in campo e l’autorizzazione al commercio, mentre il genome editing richiede a monte varianti metodologiche che coniughino la capacità di inserire mutazioni in geni specifici al mantenimento del genoma delle varietà clonali di pregio.

Scarica l'articolo completo

L'articolo completo è disponibile per i soci SOI. Accedi con il tuo nome utente e password (se non sei socio/a, puoi iscriverti adesso on-line).