La gestione moderna del mandorleto basata sulle conoscenze eco-fisiologiche della specie

Pasquale Losciale [Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti (Di.S.S.P.A), Università degli Studi di Bari "Aldo Moro"]

Il consumo mondiale di mandorle lascia ben sperare in una nuova primavera per questa specie in Italia. USA, Australia e Spagna hanno scalzato progressivamente l’Italia dal suo primato produttivo, innovando la coltura attraverso ricerca e trasferimento della conoscenza. La review, mutuando alcune realtà virtuose, analizza alcune pratiche colturali partendo dall’ecofisiologia del mandorlo e dalle relazioni esistenti tra i diversi organi dell’albero. Approcci innovativi di frutticoltura di precisione e utilizzo dell’Internet of Things possono rendere più efficaci ed efficienti alcune pratiche, oppure possono essere inutili e costosi. Tutto dipenderà dal grado di conoscenza e di trasferimento tecnologico nel mondo produttivo

Scarica l'articolo completo

Losciale_04.pdf 3 Mb