Struttura, posizione e destino delle gemme in noce cv Chandler

Davide Neri [Dipartimento di scienze agrarie, alimentari e ambientali, Università Politecnica delle Marche, Ancona];
Eugenio Cozzolino [Agronomo, Ravenna];
Daniela Giovannini, Sandro Sirri [CREA - Centro di ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura, sede di Forlì];
Francesca Massetani [Hort s.c.r.l, Ancona, Italy]

Sono stati analizzati i complessi gemmari ascellari e terminali lungo rami di noce Chandler su piante di diversa età, micropropagate o innestate su semenzali di noce. La crescita sillettica (anticipata) è rara, limitata a porzioni di germogli vigorosi con internodi lunghi. I complessi più frequenti sono costituiti da gemme primarie e secondarie sullo stesso nodo. Gemme primarie singole sono presenti dove l’internodo è corto. I fiori femminili sono più frequenti nelle gemme laterali della porzione distale e mediana dei rami vigorosi, mentre i fiori maschili sono risultati più abbondanti nei rami corti su branche di 3-4 anni di età, dove la gemma terminale ha presentato fiori femminili. Le gemme secondarie dei complessi gemmari portano principalmente fiori maschili.

Scarica l'articolo completo

Neri_bis.pdf 3 Mb