Collezione Rosmarinus



Il genere Rosmarinus (fam. Labiatae) comprende 3 specie spontanee del Bacino Mediterraneo, delle quali la più conosciuta è R. officinalis, diffusa ampiamente nel Sud Europa, nel Nord Africa e in Turchia.

Il R. officinalis è una specie aromatica polivalente, usata come pianta medicinale, cosmetica, culinaria e ornamentale, con significati anche simbolici e usi rituali, utilizzata fin dall’antichità dall’uomo. In campo industriale viene oggigiorno effettuata anche l’estrazione dell’olio essenziale e di composti ad azione antiossidante per uso medicinale e alimentare.

Di questa specie sono state selezionate numerose cultivar ornamentali, che sono scarsamente conosciute e per le quali non esistono elementi descrittivi per una corretta identificazione. In ambito vivaistico esistono frequenti denominazioni erronee, ma anche omonimie, sinonimie, errori ortografici o nomi di fantasia.

Per tali motivi dal CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) viene portata avanti una ricerca volta al reperimento, caratterizzazione e valorizzazione delle risorse fitogenetiche del rosmarino, inserita nell’ambito del “Progetto nazionale RGV-FAO”. Il progetto, finanziato dal Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali, rappresenta l’implementazione nazionale del “Trattato Internazionale FAO sulle Risorse Genetiche Vegetali per l’alimentazione e l’agricoltura“.

L’attività viene svolta presso l’Unità di Ricerca per la Floricoltura e le Specie Ornamentali di Sanremo (ex Istituto Sperimentale per la Floricoltura, erede della Stazione Sperimentale di Floricoltura fondata e diretta da Mario Calvino).


A Sanremo è stata costituita una collezione di germoplasma di rosmarino rappresentata attualmente da:

    • 3 specie

    • 2 ibridi interspecifici

    • 52 cultivar

    • 402 accessioni spontanee provenienti da Italia, Francia, Spagna.

Le piante sono coltivate in pien’aria in contenitori da 15 a 60 cm di diametro, secondo le dimensioni delle piante, venendo regolarmente irrigate e concimate.


L’attività portata avanti nel progetto RGV FAO riguarda:

  • L’ampliamento della collezione.

  • La caratterizzazione morfologica, fenologica e agronomica delle cultivar.

  • L’analisi fitochimica, con particolare riferimento ai componenti dell’olio essenziale.

  • La caratterizzazione molecolare del germoplasma spontaneo di R. officinalis.

  • La definizione di descrittori specifici per il riconoscimento delle cultivar.

  • L’individuazione/selezione di cultivar di particolare pregio ornamentale.

  • La costituzione di documentazione di tipo scientifico,tecnico e divulgativo.

  • L’organizzazione di eventi.

  • La diversificazione varietale a livello produttivo tramite l’introduzione di nuove cultivar in coltivazione.


FOTO COLLEZIONE DI ROSMARINO 

***


Specie e varietà di rosmarino in collezione presso il CREA, Unità di Sanremo




Genere

Specie

Cultivar

Autore, Data

Rosmarinus

officinalis

  ‘Alba’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

  ‘Albus prostratus’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

  ‘Arp’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

  ‘Barbecue’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Barcelona’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Beneden Blue’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Blanc des Calanques’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Blue Boy’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Blue Rain’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Bonifacio’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Boule’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Cap Pertusato’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Cascade d’Orleans’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Cisampo’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Corsican Blue’ ‘

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Fota Blue’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Gorizia’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Israeli’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Joan Tesei’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Joyce de Baggio’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Lavandulaceus’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Majorcan Pink ‘

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Mc Connell Blue’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

'Miss Jessop’s Upright’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Montagnette’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Porto Alabe’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Punta di Canelle’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Pyramidalis’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Renzels’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Rocky Mountain’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Rosemarey’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Roseus’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Santa Barbara Blue’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Sappho’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Semiprostrata’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Sierra de Cazorla’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Sissinghurst Blue’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Sissinghurst’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Spice Island’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Tuscan Blue’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Tuscany Blue’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Ulysse’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Vicomte de Noailles’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

Wilma’s Gold’

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

<Eretto Liguria>

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

<Ricadente Liguria>

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

<Prostrato Liguria 2>

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

<Eretto Toscana>

L., 1753

Rosmarinus

officinalis

<Corsicus’ 2>

L., 1753

Rosmarinus

eriocalyx


Jord. & Fourr., 1866

Rosmarinus

x lavandulaceus


Noë, 1852

Rosmarinus

x mendizabalii


Sagredo ex Rosua, 1980