Collezione Helichrysum





Il genere Helichrysum (fam. Compositae) comprende circa 600 specie spontanee del Bacino Mediterraneo, Macaronesia, Continente africano (in particolare il Sudafrica), Madagascar, Asia Occidentale e Centrale. Ne fanno parte specie di tipo erbaceo (annuali o perenni), arbustivo e anche lianoso. Il carattere più evidente di queste piante è rappresentato dai capolini di consistenza cartacea, in genere gialli, che rimangono di forma e colore inalterati dopo l’essiccazione (per questo vengono comunemente chiamati semprevivi o perpetuini).

E’ un genere che dal punto di vista sistematico presenta numerose difficoltà interpretative: nel tempo molti taxa sono stati oggetto di continue riclassificazioni mentre altri ne sono stati esclusi, tra cui tutte le specie australiane e neozelandesi incluso il noto Helichrysum bracteatum (Vent.) Andrews, ora Xerochrysum bracteatum (Vent.) Tzvelev, assai utilizzato in campo ornamentale.

Molte specie che ne fanno parte sono aromatiche e alcune di esse, tra cui H. italicum spontaneo anche in Italia, sono ben conosciute e utilizzate come piante ad uso medicinale e cosmetico. Diverse specie sudafricane sono utilizzate efficacemente da secoli nella medicina popolare locale.

Gli elicrisi sono fonte di sostanze bioattive naturali e possiedono potenzialità anche per lo sviluppo di nuovi prodotti ornamentali. Per tali motivi presso il CREA (Consiglio per la ricerca e l’analisi dell’economia agraria) di Sanremo (Unità di Ricerca per la Floricoltura e le Specie Ornamentali, ex Istituto Sperimentale per la Floricoltura) viene mantenuta e progressivamente ampliata una collezione di specie e varietà di Helichrysum, il cui elenco è di seguito riportato.


Lista delle accessioni in collezione


Genere

Specie

Subspecie, varietà

Autore, data

Cultivar

Helichrysum




Miel et Curry’

Helichrysum




Korma‘

Helichrysum

adenocarpum

subsp. adenocarpum

DC., 1838


Helichrysum

angustifolium


(Lam.) DC., 1815


Helichrysum

anomalum


Less., 1832


Helichrysum

araxinum


Takht. Ex Kirp., 1960


Helichrysum

archimedeum


C. Brullo & Brullo, 2011


Helichrysum

arenarium


(L.) Moench, 1794


Helichrysum

aureum


(Houtt.) Merr., 1938


Helichrysum

cerastioides

var. cerastioides

DC., 1838


Helichrysum

cooperi


Harv., 1865


Helichrysum

cymosum

subsp. cymosum

(L.) D. Don, 1826


Helichrysum

cymosum (2)


(L.) D. Don, 1826


Helichrysum

errerae


Tineo, 1846


Helichrysum

felinum


Less., 1832


Helichrysum

foetidum


(L.) Moench,1794


Helichrysum

graveolens


(M.Bieb.) Sweet , 1826

Goldkind’

Helichrysum

hyblaeum


Brullo, 1995


Helichrysum

incarnatum


DC., 1838


Helichrysum

indicum


(L.) Grierson, 1971


Helichrysum

italicum

subsp. italicum

(Roth) G. Don fil., 1830


Helichrysum

italicum

subsp. microphyllum

(Willd.) Nyman, 1879


Helichrysum

italicum

subsp. microphyllum

(Willd.) Nyman, 1879

Lefka Ori’

Helichrysum

italicum

subsp. pseudolitoreum

(Fiori) Bacchetta, Brullo & Mossa, 2003


Helichrysum

italicum

subsp. siculum

(Jord. & Fourr.) Galbany, L. Sáez & Benedí, 2006


Helichrysum

lepidissimum


SMoore, 1903


Helichrysum

marginatum


DC., 1838


Helichrysum

montanum


DC., 1838


Helichrysum

odoratissimum


(L.) Sweet, 1826


Helichrysum

odoratissimum(2)


(L.) Sweet, 1826


Helichrysum

orientale


(L.) Vaill. , 1754


Helichrysum

orientale (N)


(L.) Vaill. , 1754


Helichrysum

orientale (V)


(L.) Vaill. , 1754


Helichrysum

pandurifolium


Schrank, 1824


Helichrysum

panormitanum

subsp. panormitanum

Tineo ex Guss.,1844


Helichrysum

panormitanum

subsp. messeriae

(Pignatti) Brullo C. & Brullo, 2013


Helichrysum

patulum


(L.) D. Don, 1830


Helichrysum

petiolare


Hilliard & Burtt, 1973


Helichrysum

petiolare


Hilliard & Burtt, 1973

'Limelight'

Helichrysum

plicatum


DC., 1838


Helichrysum

reflexum


N.E. Br., 1894


Helichrysum

retortum


(L.) Willd., 1907


Helichrysum

sanguineum


(L.) Kostel., 1833


Helichrysum

saxatile

subsp. saxatile

Moris, 1840


Helichrysum

saxatile

subsp. morisianum

Bacchetta, Brullo & Mossa, 2003


Helichrysum

serotinum

subsp. serotinum

(DC.) Boiss., 1839


Helichrysum

serotinum

subsp. picardii

(Boiss. & Reut.) Galbany, L. Sáez & Benedí, 2006


Helichrysum

setosum


Harv., 1865


Helichrysum

siculum


(Sprengl.) Boiss., 1875


Helichrysum

stoechas


(L.) Moench, 1794


Helichrysum

tenax


M.D. Henderson, 1954


Helichrysum

tinctum


(Thunb.) Hilliard & Burtt, 1981



N.B. la presenza di lettere o numeri tra parentesi dopo il nome della specie indica una accessione differente.



La collezione comprende anche più di 120 accessioni di specie spontanee italiane di Helichrysum, tra cui principalmente H. italicum subsp. microphyllum.

Tutte le piante sono coltivate in pien’aria in contenitori variabili tra 15 e 60 cm di diametro, secondo le dimensioni delle piante e la loro età, e vengono regolarmente irrigate e concimate.





FOTO COLLEZIONE